Fiera dell’elettronica Osnago 2010

Sono appena rientrato dalla fiera di Osnago e devo dire che sono rimasto un po’ deluso per le poche e scarse bancarelle specializzate in componentistica elettronica, girando in lungo e in largo non sono riuscito a trovare un banalissimo adattatore da RCA a jack mono da 3.5 per la telecamera che (almeno quella) sono riuscito a trovare.

Strumentazione? forse un rosmetro e un multimetro digitale cinese li ho intravisti.

In compenso una bancarella con delle creazioni in cioccolato veramente originali, un simpaticissimo omone di nome Mario che ti cucina in diretta per venderti la pentola antiaderente e che spiega anche come farci le crèpe, elicotteri radiocomandati elettrici a 30 euro, iPhone e iPad cinesi basati su Android in abbondanza, orologi sportivi a cinque euro, Blackberry e Nokia vari modelli della seconda guerra di cui non ho osato chiederne il prezzo, troppo poco per i radioamatori, quattro valvole, tre condensatori, ricariche per stampanti inkJet in abbondanza, trapani, punte per muro e ferro, mazze, tagliaerbe, coltelli… Con badile e carriola saremmo stati al completo. Interessanti i localizzatori satellitari (ma secondo me costano ancora troppo).

Ottimo il self service (anche se farei pagare qualcosina in meno).

Nel complesso l’ho trovata carina ma per favore non chiamatela più Grande Fiera dell’Elettronica se no illudete le persone che poi non ritornano.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*