Giro d’Italia contro il doping

Il Giro d’Italia 2010, edizione 93esima, che prenderà il via da Amsterdam sabato 8 maggio con questo cronoprologo di 8.4km, la corsa in rosa sarà la gara più controllata della storia del ciclismo: l’obiettivo dell’UCI infatti è quello di effettuare complessivamente 520 controlli antidoping.

Nell’edizione 2009, erano stati prelevati un totale di 340 campioni di sangue e 141 campioni di urine per una spesa complessiva di 250 mila euro.

I campioni prelevati verranno esaminati dai laboratori europei di Roma, Parigi, Losanna e Colonia, una rete di strutture scientifiche altamente specializzate in tema di doping.

Intanto, la Federciclismo precisa che non risulta aperto nessun procedimento di accertamento nei confronti di Scognamiglio (che in un primo momento risultava essere inserito tra gli atleti fermati dall’UCI) mentre Franco Pellizotti, fermato a cos’ì pochi giorni dalla partenza NON per positività ma per irregolarità si sente preso in giro e ne vuole uscire pulito;  è convocato dal Coni per il 17 maggio presso lo Stadio Olimpico di Roma.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*