TELECOM NON è RESPONSABILE dei DOWNLOAD ILLEGALI

Scaricare illegalmente film o prodotti musicali, non è un reato attribuibile ai provider: lo ha stabilito oggi il Tribnale civile di Roma, dopo la richiesta della Federazione antipirateria audiovisiva (Favap) che chiedeva il blocco dell’accesso ai siti usati per la riproduzione illecita di film e impedire l’accesso verso tutti i siti di downloads illegali.

Brutta notizia per Favap che non potrà usare la via più breve per farsi giustizia, infatti il giudice ha stabilito che non si può chiedere a Telecom di svelare i nomi degli utenti.

I danni, non possono ancora essere dimostrati e quantificati; addirittura si potrebbe parlare non di danneggiamento economico ma di redistribuzione dell’economia: chi scarica da internet, sarebbe più facoltoso di altri e spenderebbe quindi il suo denaro in diversi settori.

Su un solo aspetto viene accolto il ricorso di Favap: ha stabilito che Telecom deve girare all’autorità giudiziaria le segnalazioni che vengono dai detentori di copyright, riguardo a presunte attività illecite sulla rete dell’operatore. “È solo un obbligo formale, senza reali implicazioni pratiche. Nella sostanza, vittoria su tutta la linea”, dicono quelli di Telecom




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*