Garmin ha appena lanciato Garmin Swim 2, un dispositivo indossabile rivolto ai nuotatori, in grado di monitorare la frequenza cardiaca anche quando sei in piscina. Molto è cambiato nei 7 anni dal debutto del primo orologio Garmin Swim; ora abbiamo il GPS, il supporto per il nuoto in acque libere e molto altro ancora.

Le dimensioni fisiche dell’orologio sono di 44 x 48 x 13 mm, rispetto ai 42 x 42 x 11,4 mm del suo predecessore. L’impermeabilità è di 5ATM. Il display Garmin Chroma always-on da 1 pollice ha una risoluzione di 208×208 pixel. È facile da leggere, anche alla luce diretta del sole. Per controllare le funzioni abbiamo 5 tasti fisici, 3 sul lato sinistro e 2 su quello destro. Sul retro c’è il sensore ottico cardio Elevate, lo stesso del Garmin Forerunner 45. Monitora la frequenza cardiaca 24/7 e durante gli allenamenti.

Puoi abbinare all’orologio una serie di quadranti preinstallati o sceglierne molti altri da Garmin Connect IQ. Per quelli preinstallati è possibile modificare il colore, ma non è possibile personalizzare i singoli campi dati. Il quadrante predefinito include la distanza totale nuotata per la settimana corrente, nonché i passi della giornata. Altri quadranti includono anche la frequenza cardiaca istantanea.

L’unità dispone in totale di 5 profili sportivi: Nuoto in piscina, Nuoto in acque libere, Running, Ciclismo e Cardio (Indoor). Per iniziare un allenamento in piscina, basta premere il pulsante in alto a destra. Per impostazione predefinita, la prima selezione sarà il nuoto in piscina.

Garmin Swim 2 monitora la distanza, l’andatura, il conteggio delle vasche, numero e frequenza delle bracciate, tipo di bracciata (stile libero, dorso, delfino, farfalla), indice SWOLF (efficienza della nuotata) e tempi di riposo. Il dispositivo permette di monitorare la frequenza cardiaca sott’acqua sia tramite il sensore ottico integrato Elevate che con le fasce toraciche compatibili Garmin HRM-Swim e HRM-Tri. Garmin Swim 2 è equipaggiato di GPS/GLONASS/Galileo e questo gli permette anche di tracciare le sessioni di nuoto in acque libere.

Come elencato sul sito web Garmin, le uniche funzioni relative al nuoto attualmente disponibili solo su Swim 2 e non su altri dispositivi Garmin includono: recupero automatico (solo nuoto in piscina), avvisi tempo e distanza, avvisi sull’andatura (solo nuoto in piscina) e velocità di nuoto critica. I punteggi Aerobic and Anaerobic Training Effect, dati forniti da Firstbeat, si combinano per prevedere in che modo ogni nuotata può influenzare lo sviluppo della prestazione futura.

In termini di activity tracking si ottengono il numero dei passi, move bar, calorie consumate, distanza percorsa, Livello di stress giornaliero, Body battery, monitoraggio del sonno totale, periodi di movimento e sonno ristoratore (l’orologio monitorerà automaticamente il sonno ogni notte, non è necessario premere alcun pulsante). Si noti che Garmin Swim 2 non ha un altimetro barometrico al suo interno e quindi non è in grado di conteggiare i piani di scale saliti. Presente anche la nuova funzione Trueup di Garmin che permette di sincronizzare i dati di tutti i nostri dispositivi compatibili.

Naturalmente, l’orologio può anche ricevere le notifiche tramite l’app Garmin Connect Mobile sullo smartphone connesso. Quando ricevi una notifica, puoi annullarla/cancellarla immediatamente oppure aprirla per ottenere più informazioni. Omesso purtroppo il chip NFC per i pagamenti contactless Garmin Pay.

La durata della batteria in modalità smartwatch è di circa 7 giorni, mentre l’uso del GPS e del cardiofrequenzimetro ottico la riducono a 13 ore. In modalità piscina con frequenza cardiaca l’autonomia è di ben 72 ore. Garmin Swim 2 è già disponibile nelle opzioni di colore Bianco e Ardesia al prezzo di 249,99 Euro.