Fitbit Charge 3 ha un design più sottile e slanciato rispetto al Charge 2, con un corpo in alluminio anzichè in acciaio inossidabile, che lo rende più leggero rispetto al predecessore. E’ molto comodo al polso, disponibile nei colori nero grafite o oro rosa.

C’è un nuovo pulsante induttivo sul lato sinistro, con una vibrazione tattile, che sostituisce il vecchio pulsante fisico di Charge 2. Puoi usarlo per riattivare il display, o anche come pulsante ‘back’. Sulla parte posteriore, il cardiofrequenzimetro ottico PurePulse ora è associato ad un sensore SpO2.

Il display touch screen è di tipo OLED, protetto da Corning Gorilla Glass 3, più grande del 40% rispetto a quello del Charge 2. Fitbit afferma che è più facile da leggere alla luce del sole. E’ ancora in bianco e nero, ma almeno la risoluzione su scala dei grigi dovrebbe risultare migliore di quella del Charge 2 (non abbiamo ancora le specifiche esatte del display).

Fitbit Charge 3 mantiene tutte le funzionalità di Charge 2, ma aggiunge anche alcune interessanti novità. Per quanto riguarda le funzioni presenti in entrambi, abbiamo il monitoraggio continuo della frequenza cardiaca PurePulse, il monitoraggio Multisport, Cardio Fitness Level, GPS condiviso, promemoria a muoversi, esercizi di respirazione guidata e monitoraggio automatico del sonno con le relative fasi.

Tra le novità di Charge 3 abbiamo l’allenamento basato sull’obiettivo, che consente di personalizzare più di 15 modalità di allenamento (con uno specifico obiettivo basato su calorie, distanza o durata), oltre al Run Detect con Auto-Stop, che consente al runner di fermarsi agli incroci senza dover mettere in pausa ogni volta la corsa.

Grazie all’impermeabilità fino a 50 metri, è possibile utilizzare Charge 3 nel nuoto, ottenendo statistiche in tempo reale per la durata della nuotata, il numero di vasche, il ritmo e la distanza percorsa, analizzabili successivamente anche nell’app Fitbit.

Il monitoraggio della salute femminile ora è anche sul polso, con la possibilità di monitorare il prossimo ciclo. Il tracciamento dell’ovulazione sarà incluso nell’app Fitbit nei prossimi mesi, ma non sarà possibile visualizzarlo direttamente sul display del braccialetto.

Charge 3 è dotato di timer, info meteorologiche, calendario e la possibilità di vedere la classifica Fitbit direttamente al polso. Come con Charge 2, si possono ricevere le notifiche per le chiamate, di testo e dal calendario. In aggiunta, con il nuovo Charge 3 potrai accettare e rifiutare le chiamate, oltre a inviare risposte rapide (solo per utenti Android).

La versione Special Edition ha anche un chip NFC all’interno, che consente di utilizzare il sistema di pagamento contactless Fitbit Pay. Fitbit Charge 3 ha un’autonomia della batteria di circa sette giorni, un netto miglioramento rispetto ai 5 giorni di Fitbit Charge 2.

Disponibile il pre-ordine in due versioni: versione base a 149,99 Euro e Special Edition, con Fitbit Pay e un cinturino aggiuntivo a 169,99 Euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.