Gli iPhone 14 e 14 Pro ti permettono di allertare i soccorsi via satellite, ecco come funziona

Tra le novità che Apple ha presentato per iPhone 14 e iPhone 14 Pro, ce n’è una che farà chiaramente la differenza sul mercato: la comunicazione satellitare. Se l’utente si trova in difficoltà in una zona priva di copertura Wi-Fi o cellulare, può infatti collegarsi a un satellite per inviare la sua richiesta di aiuto.

Con la funzione “Emergency SOS via satellite” gli utenti possono contattare i servizi di emergenza anche se si trovano in una zona isolata. Sfortunatamente, per ora questa funzione per ora è disponibile solo negli Stati Uniti e in Canada.

A partire dal 15 novembre, gli utenti negli Stati Uniti e in Canada potranno utilizzare le proprie unità iPhone 14 per attivare un SOS di emergenza, anche in aree senza copertura cellulare. Lo fa utilizzando una rete di 24 satelliti in orbita terrestre bassa a cui l’iPhone può connettersi.

Questa funzione si concentra sull’indirizzarti direttamente ai primi soccorritori che possono tirarti fuori da qualsiasi situazione di emergenza. È più o meno simile ad altre piattaforme che esistono già oggi, come i dispositivi inReach di Garmin o i dispositivi SPOT, che utilizzano entrambi i satelliti.

Tuttavia, a differenza di questi dispositivi, questa non è una cosa in più che devi portare, perchè tutto è integrato nel tuo telefono.

I dispositivi di comunicazione sono stati ridotti al minimo in modo da non apparire affatto sul fattore forma.

L’utente deve puntare con precisione il proprio dispositivo su un satellite disponibile. Fortunatamente, l’iPhone 14 incorpora un sistema di guida che ti consente di arrivarci manualmente.

La connettività satellitare di iPhone 14 è disponibile ogni volta che lo smartphone è fuori dalla portata di una rete cellulare o Wi-Fi, e consente di inviare un messaggio di emergenza.

Secondo Apple, questa funzione è destinata all’uso in spazi aperti con una chiara linea di vista verso il cielo. Le prestazioni possono essere influenzate dalla vicinanza ad alberi o edifici.

La funzionalità SOS via Satellite non consente di effettuare telefonate , ma di inviare brevi SMS. L’iPhone si occuperà di porre domande essenziali per capire la situazione e invierà le informazioni al personale di emergenza non appena la connessione sarà stabilita.

L’utilizzo di questa funzione richiede la connessione a un satellite in orbita intorno alla terra. iPhone ti dirà verso quale direzione puntarlo per connettersi al satellite più vicino.

Per velocizzare il più possibile la connessione, Apple ha creato un algoritmo di compressione che riduce di tre volte la dimensione dei messaggi. Se la vista verso il cielo è libera, l’invio dell’SMS richiede circa 15 secondi. Il processo potrebbe richiedere diversi minuti se c’è un’ostruzione.

Se ti trovi in ​​un’area in cui i servizi di emergenza possono ricevere messaggi di testo, il messaggio verrà inviato direttamente. In caso contrario, verrà inoltrato a un centro di inoltro dove gli specialisti formati da Apple potranno effettuare una chiamata per te.

Apple afferma che a partire dal prossimo mese (dicembre 2022), lo implementeranno anche nei seguenti paesi: Francia, Regno Unito, Irlanda e Germania.

Solo negli Stati Uniti/Canada ci sono 3.000 centri che gestiscono le chiamate di emergenza. Apple ha già addestrato circa 300 di questi centri negli Stati Uniti/Canada con una formazione specializzata su come gestire i messaggi di testo instradati.

Sebbene esistano standard internazionali su come tutto ciò funzioni dietro le quinte, Apple afferma che desidera comunque che la formazione sia il più ampiamente disponibile possibile per garantire il buon funzionamento di tutto.

Torna su