Un buon paio di scarpe da ciclismo è parte essenziale dell’abbigliamento se si ha intenzione di praticare seriamente questo sport. Quando si tratta di scegliere il giusto paio di scarpe, ci sono molteplici opzioni da considerare e una vasta selezione di marchi. Tutte le scarpe da strada sono leggere e offrono una buona ventilazione. Si distinguono per la rigidità delle suole che facilita il trasferimento della potenza ai pedali.

Questa guida è stata scritta per aiutarti a trovare il paio perfetto, al giusto prezzo. Dai un’occhiata alla nostra selezione delle migliori scarpe da ciclismo per tutti i dettagli relativi alle varie opzioni.

Sidi Wire Carbon

Prezzo: EUR 349,75
1 Nuovi da EUR 349,750 Usati

Wire Carbon è la scarpa da strada top di gamma di Sidi, risultato di oltre 40 anni di innovazione nelle scarpe da ciclismo. Wire Carbon è la scelta dei più grandi del gruppo, tra cui Adam Yates, Romain Bardet, Purito Rodriguez, Marcel Kittel, Richie Porte e Chris Froome. La suola Vent Carbon Sole è costruita a mano in carbonio 3k e posizionata per massimizzare la rigidità della pedalata, mantenendo un piccolo grado di flessione intorno alla punta del piede per favorire il comfort e alleviare lo stress sul tendine plantare. La suola presenta anche uno sfiato in titanio, che può essere aperto e chiuso per regolare il flusso d’aria. La tomaia in microfibra TechPro, é considerata una pelle altamente tecnologica e innovativa, ecologica, adatta a prodotti tecnici e sportivi che richiedono alte prestazioni. Una coppia di rotelle Tecno-3 con chiusure a filo piccoli incrementi permette una vestibilità sicura e personalizzabile.

Fizik Infinito R1

Progettate e sviluppate con l’aiuto di alcuni tra i migliori professionisti al mondo, le scarpe da ciclismo Fizik Infinito R1 sono sinonimo di alta qualità e tecnologia. Flessibili, traspiranti e leggere, la morbida tomaia perforata al laser e la suola rigida in carbonio lavorano all’unisono per costrituire un legame definitivo tra ciclista e bici, per prestazioni imbattibili. Con le doppie cinghie Infinito Boa, si ottiene una chiusura micro-regolabile, che assicura una calzata perfetta. La tomaia in Microtex, perforata al laser, è stata progettata con cuciture ridotte per una vestibilità non restrittiva, altamente traspirante. Estremamente rigida e ben ventilata, la suola interamente in carbonio assicura uscite di potenza reattive grazie alla sua costruzione unidirezionale. Modello di tacchetta a tre fori, compatibile con la maggior parte dei pedali.

Giro Factor Techlace

Le Giro Factor Techlace sono una grande opzione per chi è in cerca di una scarpa performante che sia anche comoda da indossare. La rotella Boa è regolabile in incrementi di 1 mm in entrambe le direzioni, permettendo di mantenere il piede in posizione. Anche i lacci possono essere regolati all’infinito, sollevando l’apposita linguetta sul cinturino in velcro. Le scarpe sono leggere, hanno una suola in fibra di carbonio Easton EC90 SLX2, una tomaia sintetica monopezzo perforata e cuscinetti sul tallone sostituibili. Sono inoltre dotate del kit SuperNatural Fit di Giro che include solette con tre diversi inserti che possono essere sostituiti per trovare il supporto perfetto. La suola ultra rigida Easton EC90 SLX2 rende le scarpe estremamente reattive sui pedali. La tomaia sintetica è facile da pulire quando sporcata dagli spruzzi d’acqua della strada.

Fizik R1B

Le scarpe R1B sono le scarpe da ciclismo top di gamma del marchio italiano Fizik, utilizzate anche da Geraint Thomas e Philippe Gilbert. La “B” nel nome si riferisce al doppio sistema di chiusura Boa, che oltre a stringere e allacciare la scarpa come di consueto permette di regolare il volume della tomaia per ottimizzare ulteriormente la calzata. La tomaia in pelle di canguro è stata sostituita da un tessuto sintetico Microtex. Sono molto rigide e sicuramente una scarpa all’altezza di qualsiasi competizione. La suola è ancora realizzata in fibra di carbonio e offre la stessa rigidità delle più economiche R3B Uomo, ma è decisamente più leggera. Nella parte anteriore ci sono grandi prese d’aria per fornire aria fresca ai piedi, oltre alla classica foratura a tre bulloni per le tacchette.

Scott Road RC SL

Anche se sicuramente più conosciuta per le sue bici, Scott produce anche una vasta gamma di abbigliamento per ciclismo, tra cui queste nuovissime scarpe da corsa RC SL di alta gamma. Con un peso di 562 g per un paio (taglia 45), la prima cosa che noterai delle SL è leggerezza, come ti aspetteresti per scarpe top di gamma. Ovviamente la suola è in fibra di carbonio per ottenere il massimo in termini di rigidità. La parte superiore è di un materiale chiamato Carbitex, composto completamente in fibra di carbonio, che rimane ancora flessibile come un tessuto tradizionale, ma senza che si estenda o deformi. Leggere, comode e resistenti: praticamente tutto ciò che si può desiderare da delle calzature di fascia alta. Il prezzo é molto elevato rispetto alla concorrenza.

Northwave Flash TH

L’opzione più usata per praticare ciclismo in inverno è ancora un paio di scarpe estive con sovrascarpe. Questo sistema protegge bene dal freddo e dall’umidità, ma i copriscarpe sono fragili, si consumano rapidamente e non costano poco. Le Flash TH di Northwave si presentano come normali scarpe da ciclismo ma con tomaia impermeabile e altro materiale isolante all’interno. Realizzate come una normale scarpa da ciclismo a tre bulloni, la tomaia è completamente chiusa e rivestita con uno strato di un tessuto in microfibra sintetica termoisolante e traspirante, il Thinsulate. Un ulteriore isolamento è situato nella zona delle dita del piede. Hanno un design avvolgente e una punta rinforzata anti-abrasione. Includono elementi riflettenti nella parte posteriore e sui lati per migliorare la visibilità. Le scarpe si sentono un po’ corte e strette nelle dimensioni, in particolare se si indossano calze invernali più spesse. Grazie all’isolamento nella tomaia si può optare per una calza da ciclismo standard e sottile senza sentire freddo nella maggior parte dei casi. La tacchetta è fissata con tre bulloni non scorrevoli. Questi non permettono di regolare ampiamente la posizione della tacchetta come con la maggior parte delle scarpe estive. Nel complesso l’efficienza della pedalata è buona e la tomaia si adatta perfettamente al piede.

B’Twin 900 Carbon

Se cerchi un paio di scarpe da strada ad un prezzo contenuto, che abbiano tutte le caratteristiche di quelle che indossano i professionisti, potresti considerare le B’TWIN 900 Road Shoe. Hanno un design accattivante, sono dotate di due rotelle di regolazione, e la suola in carbonio é super rigida. Disponibili nei colori nero, Bianco ottico, corallo fluo, blu ciano e giallo lime fluo, le 900 carbon hanno due dial ATOP e un solo cinturino in velcro per la regolazione. Il sistema di chiusura, anche se non è regolabile come i BOA, è molto più facile da utilizzare del velcro e non perde un colpo. Queste scarpe da strada B’TWIN 900 sono state sviluppate e indossate dai corridori AG2R Nans Peters e Jean-Christophe Péraud.

Shimano RP5 SPD-SL

Le scarpe da strada Shimano RP5 SPD-SL sono un’ottima scelta per chi desidera una elevata rigidità senza spendere cifre esorbitanti. Sono disponibili nei colori bianco o nero con tomaie in pelle sintetica lavorata. Sono molto facili da pulire, basta una rapida strofinata per farle ritornare come nuove. La suola è fabbricata in nylon rinforzato con fibra di vetro, con una piastra in fibra di carbonio nell’area si fissa la tacchetta per fornire ulteriore rigidità. Il carbonio conferisce maggiore rigidità su una suola più sottile e più leggera, ma è anche più costoso da produrre. Qui, l’uso di una suola in fibra di vetro rende una scarpa un po’ più pesante e meno rigida rispetto ad una da gara. Le scarpe utilizzano due cinghie in velcro e un cricchetto, che, insolitamente, si trova sull’estremità del cinturino superiore, piuttosto che fissato al lato esterno della scarpa. Possono essere usati tacchette a 3 bulloni (tipo strada) o 2 bulloni (stile mountain bike). La RP5 è una scarpa ben ventilata, con diverse prese d’aria nella suola e nella parte superiore.

Shimano RP9

La scarpa da corsa top di gamma Shimano RP9, è stata aggiornata per il 2018. Sostituite le cinghie in velcro e il cricchetto da una singola rotella Boa IP1 e un piccolo cinturino in velcro. La tecnologia modellabile a caldo sostituita con una nuova tomaia in pelle sintetica. Le scarpe sono ancora estremamente confortevoli e ancora più facili da regolare al volo. Il dial Boa singolo è molto semplice da usare, con micro regolazione per ottenere il livello di tensione giusto. All’interno delle scarpe le solette sono rimovibili con supporti plantari intercambiabili. La tomaia è ben ventilata con molte piccole perforazioni. La suola in fibra di carbonio è abbastanza rigida per massimizzare il trasferimento della potenza sui pedali. La suola è forata per tacchette a tre bulloni con un disegno millimetrato per allinearle conm precisione.

Caratteristiche importanti nella scelta delle scarpe da ciclismo

Quasi tutte le scarpe da ciclismo più economiche utilizzano cinturini in velcro per la chiusura. Questo sistema tiene saldamente la scarpa in posizione, ma possono essere difficili da regolare in movimento. Questo tipo di chiusura può anche essere trovato su scarpe molto costose progettate specificamente per gli scalatori.

Il cricchetto offre una regolazione più precisa rispetto alle cinghie in velcro, una vestibilità sicura e può essere facilmente stretto anche in movimento. Generalmente si trovano su scarpe di fascia media, e hanno anche uno o due cinturini in velcro sulla parte più bassa della scarpa.

La rotella micrometrica (dial) è un sistema di fissaggio adottato nella maggior parte delle scarpe di fascia alta. Queste scarpe in generale sono facili da regolare e hanno una chiusura molto precisa (vedi per esempio la soluzione Boa Fit).

L’ultimo tipo è la scarpa a lacci, opzione che troviamo su alcune scarpe di alta gamma, così come su alcune scarpe stile retrò. Hanno il vantaggio di essere generalmente molto comode, ma sono praticamente impossibili da regolare in movimento.

Come per i sistemi di chiusura, ci sono altresì diversi tipi di suole per le scarpe da ciclismo. La caratteristica principale nelle suole delle scarpe da ciclismo è la rigidità. La seconda cosa da considerare è il peso (le scarpe più costose hanno anche suole più leggere).

Nelle scarpe da ciclismo le suole possono essere in realizzate plastica, in carbonio composito o in carbonio. Per un neofita, le suole in plastica sono più che adeguate, ma con passare del tempo, si può sentire l’esigenza di una suola più rigida.

Infine, ci sono alcune scarpe che possono essere personalizzate con il moulding a caldo per adattarsi perfettamente alla forma dei piedi. Se si hanno i piedi piatti o problemi legati all’arco, le scarpe con soletta modellabile a caldo potrebbero essere una valida soluzione.

La compatibilità delle scarpe con i pedali è direttamente correlata alle tacchette e al tipo di suola utilizzata. Quando scegli le scarpe, assicurati che siano compatibili con i pedali.

Le scarpe da MTB utilizzano un sistema a due bulloni, che consente di sganciarsi e scendere dalla bici velocemente. Il sistema a tre bulloni utilizzato sulle scarpe da strada distribuisce il peso su un’area più ampia.

Il sistema a 2 fori, noto come sistema SPD (Shimano Pedaling Dynamics), è utilizzato in tutti i tipi di ciclismo, tra cui il ciclismo su strada, la mountain bike, il commuting e cicloturismo. Abbinato ad alcune scarpe, il design della tacchetta a incasso consente di camminare più agevolmente e con meno rumore rispetto ad altri sistemi.

Il sistema a 3 fori è spesso chiamato sistema Look (marchio precursore). E’ spesso utilizzato per il ciclismo su strada, perché offre la massima stabilità e un migliore trasferimento di energia. La tacchetta più ampia è in grado infatti di distribuire la forza applicata al pedale su area più un’ampia.

Alcune scarpe da bici sono perforate per accettare sia le tacchette a 2 che a 2 fori. Il sistema a pedale Speedplay a 4 fori può adattarsi a un ampia gamma di scarpe.

Le scarpe da triathlon sono diverse dalle scarpe da strada. Se pratichi triathlon, potresti considerare di acquistare un paio di scarpe specifiche.

Le scarpe da triathlon sono progettate per essere messe e tolte durante il ciclismo e di conseguenza dispongono di un sistema di chiusura facile da aprire. Tuttavia, se si pedala a basse temperature, bisogna tenere presente che spesso presentano fori di drenaggio per i piedi bagnati.

Normalmente le donne hanno caviglie più strette e piedi più piccoli rispetto agli uomini . Le scarpe da donna di conseguenza una forma leggermente diversa, e alcuni modelli sono disponibili in misure più piccole rispetto ai 36 che di solito rappresentano il limite inferiore delle scarpe da uomo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.